Vacanze in moto: tutto quello che c’è da sapere e qualche trucco per organizzarle al meglio

Se per quest’anno hai scelto delle vacanze in moto, ma è la prima volta che parti on the road e non hai proprio idea di cosa ti serve per godere a pieno del tuo viaggio su due ruote, quella che segue è una piccola guida che può tornarti utile. Come viaggiare in macchina, infatti, viaggiare in moto è comodo – perché si possono scegliere liberamente orari, tappe, posti in cui fermarsi – e nella maggior parte dei casi anche più economico di viaggiare in aereo o sui treni, ma richiede di un pizzico di organizzazione in più.

Dalle tappe agli accessori: come preparare delle vacanze in moto

Faresti bene, insomma, ad aver chiaro in mente l’itinerario del tuo viaggio già nel momento in cui cominci a pensare a delle vacanze in moto: piccole deviazioni o qualche tappa aggiuntiva sono permesse e, anzi, rendono davvero unica la partenza in moto, ma è importante sapere fin da subito per quanti giorni si intende stare fuori, quanti chilometri ci si ritroverà a percorrere, eccetera in modo da organizzare al meglio le singole tappe. Se c’è una cosa da evitare in tutti i modi quando si viaggia in motocicletta, infatti, è ritrovarsi a guidare per ore e ore, peggio se nel traffico: è stancante, dopo un po’ di tempo potresti distrarti e, soprattutto, potresti mettere a rischio la tua salute e quella di chi viaggia con te. Per la stessa ragione, una buona idea, soprattutto se è la prima volta che si organizzano delle vacanze in moto, potrebbe essere partire in gruppo o almeno in compagnia di un passeggero che sia anche lui un motociclista e con cui ci si possa dare il cambio alla guida.

Altrettanto importante è, comunque, preparare la moto al viaggio. Qualche giorno prima di partire fai fare al tuo meccanico di fiducia un controllo completo di motore, freni, sospensioni, impianto di illuminazione, pressione dei pneumatici. Considera, però, che ci sono una serie di accessori che possono rendere più confortevole il viaggio in moto. Se non ne hai già uno o se quello che hai è troppo piccolo, per esempio, potresti far installare un bauletto portabagagli da utilizzare per borse e valigie: anche se si sta via per pochi giorni, infatti, è impossibile rinunciare a portare con sé qualche effetto personale e, comunque, lo stesso è comodo anche per riporre i caschi, per esempio, quando si scende dalla moto per una passeggiata o un’escursione. A proposito di caschi, anche se quello che usi in città e per i piccoli spostamenti è ancora in buone condizioni, per le tue vacanze in moto potresti scegliere un casco più leggero, compatto e meno ingombrante. Scegli, infine, su siti come InterfonoMoto.net un interfono: può sembrarti davvero solo un accessorio superfluo, ma è in realtà piuttosto comodo sia per isolarti dai rumori esterni e restare più concentrato sulla guida, sia per comunicare più facilmente con il tuo passeggero o con gli altri motociclisti se sei partito in gruppo e, ancora, per ascoltare musica o la radio.