Cellulare guasto: quali sono le problematiche più frequenti e come prevenirle

I centri di riparazioni cellulari a Roma hanno a che fare principalmente con 3 problemi che possono esser scongiurati con sistemi facili e anche poco costosi. Vediamo subito quali sono i guasti principali e come fare a prevenirli correttamente per evitare di mandare lo smartphone alle riparazioni cellulari a Roma.

Lo schermo rotto

Il display dello smartphone rotto, crepato, graffiato, infranto, rovinato etc. è probabilmente il guasto più frequente che costringe a mandare il cellulare in riparazione. Il display è molto delicato e si può graffiare per un nonnulla. Inoltre, a lungo andare i piccoli graffi aumentano: basta mettere il cellulare in borsa con le chiavi per rovinarlo un po’.

Proteggere il display non solo dai graffi ma anche dalle rottura dovuta alla caduta è più facile di quanto si possa pensare. Anzitutto, è necessario utilizzare un guscio rigido. In secondo luogo, lo schermo va protetto con una pellicola apposita o anche con un vetro aggiuntivo. Quest’ultimo è il migliore in assoluto perché previene anche le rotture.

Il cellulare bagnato

Al secondo posto dei guasti più frequenti c’è lo smartphone bagnato. I cellulari di oggi sono molto delicati a che poche gocce di acqua possono introdursi all’interno e rovinarlo. Capita a tutti di far cadere il telefono nell’acqua, purtroppo. Nino esiste una soluzione che perviene questo problema, se non fate attenzione mettere il cellulare in una busta ermetica mentre si è vicino a fonti d’acqua come piscina, lago, mare, etc.

Va però detto che in caso di cellulare bagnato non si usa mai e poi mai il phon per asciugarlo perché il calore è eccessivo e può bruciare i circuiti. Meglio aspettare che si asciughi da solo oppure metterlo in un vaso con il riso che assorbe l’umidità in eccesso.

Il sistema infettato

A chiudere il podio dei guasti più frequenti c’è il sistema infettato. Tutti installano in antivirus sul pc ma pochissimi sullo smartphone che viene facilmente infettato da un virus. Per prevenire il problema, basta scaricare un’app apposita.