Dove installare lo scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è sistema abbastanza utilizzato per la produzione di acqua calda, sebbene in maniera minore rispetto allo scaldabagno a gas o alla classica caldaia. Anche se meno diffuso, può essere utile a moltissime persone fare un piccolo approfondimento per capire dove va installato uno scaldabagno elettrico tenendo conto di diversi aspetti.

  1. L’attacco dell’acqua e l’alimentazione elettrica

Per installare uno scaldabagno di tipo elettrico c’è bisogno di individuare un punto in cui arrivano gli attacchi dell’acqua e l’elettricità. Si tratta di un boiler elettrico, significa che non è necessario l’attacco del gas della lezione di acqua calda. Infatti, questo sistema ha al suo interno una specie di resistenza che scalda l’acqua all’interno del serbatoio. Di solito, queste forniture sono presenti in ambienti di casa come il bagno e la cucina.

  1. All’esterno con il kit antigelo

Esiste la possibilità di installare uno scaldabagno elettrico anche all’esterno della casa. Di solito, il tecnico della manutenzione e assistenza scaldabagno a Milano vede più spesso scaldabagni a gas all’esterno ma sono lieta di sistemare anche quello elettrico, perché non sia ad accumulo perché significherebbe una sospesa per mantenere il serbatoio di acqua al caldo.

Uno scaldabagno può essere sistemato all’esterno dell’abitazione solo nel momento in cui è dotato di un kit antigelo. Si tratta di sistema che scalda le tubature per evitare che congelino grazie a una resistenza attivata da un sensore termico. Tuttavia, nemmeno il kit antigelo può fare molto nelle zone in cui le temperature vanno molto al di sotto dello zero e gli inverni sono particolarmente rigidi.

  1. Vicino al punto di erogazione

Il tecnico della manutenzione e assistenza scaldabagno a Milano consiglia sempre di istallare uno scaldabagno più vicino possibile al punto di erogazione. Questo viene fatto per evitare la dispersione di calore. Infatti, più il rubinetto è lontano dallo scaldabagno, più l’acqua si raffredda lungo la tubatura. Per questa ragione, lo scaldabagno spesso viene sistemato proprio in bagno o, al massimo, cucina.