Gestione sicurezza nei condomini: obblighi dell’amministratore condominiale

Il mestiere dell’amministratore di condominio non è una passeggiata. Le tante responsabilità e le diverse norme da rispettare, rendono questo lavoro molto impegnativo e adatto a persone molto organizzate.

Oltre a gestire le normali manutenzioni, gli amministratori devono anche pensare alla gestione della sicurezza nei condomini. Chiaramente, nel caso del condominio, quando si parla di sicurezza, non s’intende, come nelle discoteche, avere un paio di bodyguard che gestiscono gli ingressi o infermieri sempre a disposizione, ma si parla d’impianti elettrici da controllare periodicamente, test sulle acque, verifica della funzionalità degli ascensori e dei cancelli automatici.

Quali sono gli obblighi dell’amministratore di condominio?

È il Codice Civile all’articolo 1130 a definire quali sono i doveri dell’amministratore di condominio.

Oltre agli atti di ordinaria amministrazione, egli può compiere atti straordinari se ha ricevuto una delega o può intervenire in caso di urgenza, ma deve presentare quanto fatto alla prima assemblea e ottenere l’approvazione.

Il primo obbligo dell’amministratore di condominio è convocare l’assemblea dei condomini una volta all’anno ed eseguire quanto viene deliberato.

Sicuramente deve rispettare la normativa del condominio e fare in modo che tutti i beni comuni possano essere goduti allo stesso modo dai condomini.

Il suo normale lavoro comprende anche riscuotere i contributi ordinari e straordinari e intervenire in caso di mancato pagamento. Continuando sull’argomento soldi, egli deve adempiere tutti gli obblighi fiscali e, detto molto schiettamente, è tenuto a pagare tutte le tasse relative al condominio.

Secondo la legge, l’amministratore deve realizzare e conservare una serie di documenti. Meglio vedere quali essi siano nello specifico.

Registri e nuova normativa del condominio

I documenti di base che l’amministratore di condominio deve redigere e conservare con cura sono:

  • Registro dell’anagrafe condominiale
  • Registro dei verbali delle assemblee
  • Registro di nomina e revoca dell’amministratore
  • Registro contabilità

Secondo la nuova legge del condominio, nel registro anagrafe devono anche essere inseriti le informazioni riguardanti la sicurezza dello stabile e degli impianti (esempio: impianti elettrici, telecamere di sicurezza nei condomini).

Il responsabile sicurezza nei condomini

La normativa di sicurezza nei condomini dice che il responsabile è, naturalmente, l’amministratore di condominio. La legge equipara l’amministratore a un datore di lavoro, quindi il D.Lgs 81/08 Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, all’articolo 18 descrive gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente.

In un condominio senza amministratore i responsabili sono i condomini, i quali si devono occupare di tutte le manutenzioni e i controlli obbligatori per legge, proprio come deve fare un amministratore.

Quando si tratta di gestire aziende o singoli lavoratori che vengono a prestare opera in condominio, bisogna verificare che rispettino tutte le norme di legge e che producano correttamente i documenti necessari per la sicurezza e la messa a norma.

Se vuoi conoscere meglio gli obblighi dell’amministratore di condominio c’è Gestirsi  Service, che opera nel settore sicurezza sia di condomini sia di aziende.