Idee da cui prendere spunto per le prossime vacanze di primavera: l’isola della Maddalena

L’isola della Maddalena è la principale dell’omonimo arcipelago situato tra Sardegna e Corsica. Tra le isole che compongono questo arcipelago, quella della Maddalena è la più estesa. È una meta perfetta per trascorrere le vostre prossime vacanze primaverili, potendo godere di un’isola ancora non troppo congestionata da tanti turisti che da luglio in poi la affollano e anche di prezzi più bassi rispetto a quelli dell’alta stagione. Il periodo perfetto per andare in Sardegna e vedere il mare più bello che ci sia è proprio fine aprile – inizio maggio quando è piacevole stare al sole senza il rischio di sottarsi e senza temperature troppo alte.

Le meravigliose spiagge

La Maddalena spiagge incantevoli che meritano una visita sono praticamente tutte: ogni centimetro di costa offre un angolo di paradiso. I colori dell’ambiente naturale riempiono gli occhi: il verde della macchia e della pineta da cui si arriva ai grigi scogli o alle spiagge dorate che si immergono nel mare blu cristallino. La tavolozza di un pittore non sarebbe sufficiente per dipingere questi scenari da cartolina. La Sardegna, e in particolare proprio l’arcipelago della Maddalena, è la meta che chi ama il mare sogna da sempre.

Ci sono tantissime calette nascoste che si raggiungo attraverso scoscesi sentieri o anche direttamente dal mare per un angolo privato senza nessun altro che disturbi, perfetto per le coppie a cui sembrerà di esser arrivati in un Eden sulla terra. Alcuni esempi sono a Punta Tegge o Cala Francese che si sviluppa in una cava di granito dismessa. Sono quindi i grandi massi a caratterizzare queste zone dove le costruzioni dell’uomo sono minime.

Sono tante anche le spiagge sabbiose più indicate per le famiglie coni bambini che così possono balneare e toccare il fondo con i piedi senza rischi. Cala Lunga di Porto Massimo, nella parte nord dell’isola, è una di queste spiagge sabbiose che si raggiunge dopo aver percorso una strada panoramica che parte dopo a baia di Spalmatore.

Vale davvero la pena organizzare una gita sulla vicinissima e piccolissima isola di Budelli dove non si può perdere la spiaggia rosa, chiamata così per via del colore rosè della sabbia. Si trova nella parte nord ovest dell’arcipelago ed è un vero spettacolo della natura dovuto alla presenza di pezzetti di gusci di una particolare specie di crostacei che abita nelle praterie di Posidonia.

Una natura selvaggia e incontaminata

La Maddalena e l’intero arcipelago che prende lo stesso nome, sono aree protette grazie all’istituzione del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. L’intera zona è di particolare interesse per via delle specie ittiche, terresti e anche vegetali che la popolano. È molto frequente avvistar ei delfini che rincorrono le imbarcazioni e giocano con i turisti. Facendo immersioni si possono incontrare tanti pesci come ricciole, dentici, polpi, seppie, pesci luna ma anche tartarughe marine che nuotano spensierate nel blu del tranquillo mar Tirreno.