Quanto consuma una caldaia a gas tradizionale?

Moltissime persone si saranno chieste più e più volte quanto consuma la caldaia a gas per la produzione di acqua calda sanitaria. Purtroppo, non è sufficiente leggere il contatore del gas perché non è indicativo. Infatti, registra unicamente il totale e non dà indicazioni su quanto consumi la caldaia all’ora. Ecco una guida che aiuta a capirci di più.

I fattori che influenzano il consumo

Ci sono diversi fattori che influenzano il consumo orario di una caldaia: il tipo di combustibile, il tipo di caldaia, l’efficienza, la potenza termica. Il consumo dell’apparecchio in uso varia sia durante il giorno che durante l’anno. È evidente che una caldaia consumi di più durante la stagione fredda perché non genera soltanto acqua calda per i rubinetti ma anche per il sistema di riscaldamento. Inoltre, i consumi dipendono anche dal livello di coibentazione dell’abitazione. Una caldaia installata in una casa vecchia senza sistemi di isolamento consuma di più di una installata in un’abitazione più attenta a questi principi.

Le caldaie ad alta efficienza

Chi dunque fosse stufo di una caldaia che consuma tanto, dovrebbe chiamare il tecnico della manutenzione e assistenza junkers Milano per finalmente un apparecchio ad alta efficienza. Si tratta delle caldaie di ultima generazione con tecnologia a condensazione le quali sono in grado di recuperare il calore presente all’interno dei fumi di scarico. Essendo sotto forma di vapore acqueo, è possibile recuperarlo e ci sono maggiori vantaggi per quanto riguarda i consumi energetici. Inoltre, le prestazioni migliorano ulteriormente quando questi apparecchi vengono usati in abbinamento a impianti di riscaldamento a bassa temperatura che non vanno oltre i 50°. Il caso degli impianti a pannelli radianti.

Grazie all’intervento del tecnico della manutenzione e assistenza junkers Milano si ottiene un risparmio del 20% sugli impianti che funzionano a 80° centigradi, il risparmio aumenta nel caso di impianti a temperature più basse. Infatti, una caldaia consuma meno perché non resta accesa tutto il tempo e non usa la sua massima potenza pur sempre garantendo una temperatura adeguata tra le mura domestiche.