Come posare i pavimenti per ristrutturare casa

Durante le ristrutturazioni a Milano spesso vengono modificate le pavimentazioni che possono essere un po’ antiquate. È bene conoscere quali sono i moderni metodi di posa per avere un effetto bello da vedersi che metta in mostra la bellezza dei pavimenti di grande formato, quello che oggi va per la maggiore.

La posa a correre o cassero regolare

Quando si devono posare i pavimenti durante le ristrutturazioni a Milano spesso si opta per il cosiddetto cassero regolare. Si inizia in un angolo della stanza con un listello intero e poi si prosegue parallelamente al muro fino ad arrivare all’angolo opposto. Quando si deve posare la seconda fila di listelli, si taglia a metà il primo e si procedere fino alla fine delle fila. Le file dispari avranno il primo listello intero, mentre quelle pari a metà. Il disegno che si crea è regolare e da qui deriva il suo nome.

La prima variazione: il cassero irregolare

Una della possibili variazioni del cassero regolare è il cosiddetto irregolare. È molto semplice: invece di iniziare con un listello intero o a metà, si usa lo scarto della fila precedente, qualsiasi sia la misura. In questo modo si fanno meno tagli e il prodotto viene usato meglio. Questo tipo di posa è molto bella a vedersi perché è in grado di mettere in mostra la bellezza del listello, in particolare quelli con disegni, nodi e sfumature ricche. Dato che non si crea un disegno particolare, la superfice risulterà meno spezzettata e sembrerà più ampia di quello che è in realtà.

La seconda variazione: la posa obliqua

Per le ristrutturazioni a Milano si può anche optare per la posa obliqua. Invece di sistemare i listelli paralleli al muro, si mettono a 45 gradi. È necessario tagliare ogni singolo listello che vien posato lungo il muro per avere l’angolo giusto e poi si può procedere in modo regolare, cioè alternando listelli interi o a metà all’inizio di ogni fila, oppure in modo irregolare, cioè senza una misura precisa.